NL

NL

In Olanda veleno per topi (quasi) illegale da oggi. L’alternativa? I disinfestatori usano il fucile

Ratti e topi non possono più essere controllati semplicemente con il veleno dal 1° gennaio: le regole per l’acquisto individuale verranno inasprite e di conseguenza il veleno non sarà più in vendita per i privati. Ma come ci si libera da un’infestazione, dice NOS?

Il “cacciatore di topi” Peter Peeters, intervistato dall’emittente, ha una licenza per abbattere i ratti con il fucile. Per vederli bene, c’è un visore termico sulla pistola di Peter.

Le nuove regole hanno lo scopo di prevenire l’uso del veleno che se non usato bene, potrebbe essere del tutto inefficace. Non solo: se se un ratto o un topo uccisi dal veleno vengono poi divorati da un predatore, ad esempio da un gatto, esiste il rischio di “avvelenamento secondario”, ossia questi animali vengono poi uccisi a loro volta dal veleno.

La cura e l’igiene nello spazio urbano aiutano molto e potrebbero diventare la parte centrale di una strategia di disinfestazione senza veleno. Lo stock invenduto puo’ ancora essere smaltito fino al 29 giugno e quindi utilizzato fino al 26 dicembre 2023. I disinfestatori certificati possono continuare ad utilizzare veleno per topi e ratti ma a determinate condizioni.

Le trappole, poi, non sono considerate dai disinfestatori come risolutive ma in città l’uso del “fucile per ratti” non sembra facile come in provincia.

 

SHARE

Altri articoli