NL

NL

In Olanda siamo alla quarta ondata Covid?

I contagi sono in aumento e l’OMT avverte che è stato raggiunto un “punto di svolta” nella pandemia: il virus tornerà a mietere vittime oppure la situazione rimarrà sotto controllo, si chiede il Volkskrant.

“Eccoli di nuovo, i volti preoccupati e i titoli inquietanti [dei giornali n.d.r]”, dice il quotidiano di Amsterdam e aggiunge come la vita pubblica quasi completamente alla vecchia normalità, ponga alcuni quesiti. Oltre 2.200 contagi lunedì, oltr 3.700 venerdì. Nel frattempo, la ratio di riproduzione R del virus, una misura della velocità con cui il corona si diffondee, è salito sopra 1,1 per la prima volta da luglio e ci sono stati più focolai nelle case di cura, ha affermato l’OMT in una lettera.

E’ questo l’inizio dell’ondata numero quattro dallo scoppio della pandemia? Difficile dirlo ora: “I contagi significano qualcosa di diverso oggi rispetto a un anno fa, il che rende tutto complesso”, afferma Marino van Zelst esperto di  modelli di calcolo a Wageningen.

Per i vaccinati, più contagi significa principalmente: più persone che soffrono l’influenza per qualche giorno, invece di ospedali traboccanti, afferma il professore di epidemiologia Frits Rosendaal (LUMC). I vaccini proteggono il 95% dal ricovero in ospedale, ha mostrato una nuova analisi giovedì, e circa il 50-80% dal contagio senza ricovero:  “Il numero dei malati gravi aumenterà un po’, e va tenuto d’occhio”, dice Rosendaal. “Ma non credo sia il caso di farsi prendere dal panico”, dice al Volkskrant.

Tuttavia, 1 olandese su 5 non è vaccinato e non ha contratto il Covid. E  d’altronde, l’assistenza sanitaria non è attualmente in grado di gestire un picco di 400 pazienti, ha detto mercoledì Diederik Gommers.

La grande domanda è, ovviamente, se quel gruppo di non vaccinati si ammalerà, se accadrà tutto in una volta o se il contagio si diffonderà nel tempo, gradualmente, afferma Jacco Wallinga, capo modellista di RIVM. ‘La conclusione principale è che si tratta di un bel po’ di persone. L’immagine: presto tutti saranno vaccinati e i giochi con il Covid saranno chiusi è troppo ottimistica.

Le previsioni degli esperti, va detto, non sono positive sul lato dei ricoveri: “Non sappiamo ancora esattamente cosa stiamo guardando”, afferma il modellista Wallinga. “È l’inizio di qualcosa di grande che crescerà in modo esponenziale, o abbiamo a che fare con focolai localizzati, in determinate aree?”. Cosa accadrà a chi non è vaccinato?

Per ora, dicono i calcoli, se le misure venissero rimosse tutte, si rischiano 500-800 pazienti in IC: “L’estate scorsa abbiamo visto con ‘ballare con Janssen’ quanto velocemente possano andare male le cose se si allentano le misure all’improvviso”, dice Rosendaal. 

SHARE

Altri articoli