NL

NL

In Olanda le donne con il velo islamico rischiano di essere marginalizzate

Durante un importante dibattito parlamentare, il tema del velo islamico ha suscitato forti discussioni e critiche. Rabin Baldewsingh, Coordinatore Nazionale contro la Discriminazione e il Razzismo, ha espresso la sua delusione per il dibattito, affermando che i diritti fondamentali sono stati messi in discussione.

I partiti di opposizione e il D66 hanno chiesto al nuovo premier Schoof di prendere le distanze dalle dichiarazioni dei ministri PVV, Agema e Faber, che hanno criticato l’uso del velo. Nonostante le dichiarazioni di Schoof di essere il premier di tutti gli olandesi, Agema ha aggravato la situazione con un tweet controverso sul velo, di cui poi si è scusata senza rimuoverlo.

Baldewsingh ha sottolineato come la discussione abbia minato i diritti delle donne che indossano il velo e che contribuiscono attivamente alla società.  Esmah Lahlah, deputata ha difeso la sua scelta di indossare il velo, affermando che ridurre le persone a un singolo tratto esteriore è inaccettabile. Ha voluto rappresentare le donne che indossano il velo e dimostrare che possono essere altrettanto di successo.

Baldewsingh ha elogiato l’intervento di Lahlah, considerandolo un momento emozionante e significativo che ha umanizzato la discussione.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli