I prezzi dei generi alimentari continuano a salire, compresi ulteriori aumenti salariali

Il prezzo del cibo sta aumentando sempre più velocemente. A giugno, i generi alimentari erano più costosi dell’11,2% rispetto all’anno precedente. A maggio era ancora del 9,1%, dice il Central Bureau of Statistics CBS. Da settembre dello scorso anno, i prezzi dei generi alimentari sono aumentati più rapidamente ogni mese. I latticini e la carne in particolare sono diventati visibilmente più costosi, come il prezzo di pane, oli, verdure, pesce e frutta.

L’inflazione in generale è leggermente diminuita a giugno, dall’8,8 all’8,6 % ma rimane a livelli estremamente alti. Il fatto che l’inflazione sia leggermente in calo è dovuto al fatto che i prezzi dell’elettricità e del gas sono aumentati meno a giugno rispetto al mese precedente. Benzina e diesel, invece, sono diventati significativamente più cari.

La settimana scorsa, l’Ufficio centrale di statistica ha pubblicato i dati preliminari sull’inflazione secondo il metodo di calcolo europeo e i dati mostrano che l’inflazione sta diminuendo leggermente e per compensare in parte l’inflazione, i datori di lavoro aumentano i salari: nei contratti collettivi stipulati il ​​mese scorso è stato concordato un aumento medio del 3,8%.

L’organizzazione degli imprenditori AWVN, che monitora gli aumenti salariali, non vedeva una percentuale così alta da decenni. Ad esempio, nel settore edile è stato concordato un aumento salariale del 5%.