Secondo un’indagine del quotidiano NRC, saranno  14,600 i richiedenti asilo che le amministrazioni comunali dovranno accomodare nei prossimi tre anni. Sarà in totale il 14% degli alloggi disponibili, per un totale di 28mila alloggi, ad andare ai rifugiati. Ossia il doppio rispetto allo scorso anno.

Le case per famiglie rappresenteranno la metà dello stock mentre per il rimanente sarà costituito da alloggi mobili oppure appartamenti individuali.

Le amministrazioni comunali stanno faticando molto a sistemare i 46mila rifugiati che i Paesi Bassi hanno scelto di accogliere quest’anno; nei primi sei mesi del 2016 sono stati solo 18mila ai quali è andato un alloggio. Un’amministrazione su 5 riceve incentivi statali per sistemare i profughi ma in realtà sono molte le woning corporatie che rifiutano di partecipare al progetto; il problema, secondo queste ultime, sarebbero  condizioni imposte dallo stato che vanno dall’obbligo di tenere l’affitto contenuto a quello di trovare spazio per almeno 4 rifugiati per blocco abitativo.