Dopo la carenza di biciclette, un nuovo articolo è diventato particolarmente raro nei giorni del Covid: le scarpe da passeggio. Molti sono i fiamminghi che hanno scoperto o riscoperto le gioie di una passeggiata attraverso la campagna fiamminga a causa delle restrizioni e dei fastidi associati alla pandemia.

La domanda è diventata talmente ampia che produttori e rivenditori non riescono più a soddisfarla. Gli acquirenti si sentono dire che potrebbero dover aspettare settimane (se non mesi) per un buon paio di scarpe da trekking.

Kariboe è un negozio di Hasselt (Limburgo) specializzato in attrezzature e abbigliamento per appassionati di sport all’aria aperta e per camper e dice a VRT che la domanda li ha letteralmente travolti.

“In tutto il continente europeo la domanda di scarponi da passeggio è triplicata, addirittura quadruplicata. La produzione è in ritardo. Per alcuni modelli i tempi di attesa sono ora fino a 4 mesi”, dice il rivenditore al canale fiammingo.

Gli appassionati desiderosi di acquistare una nuova tenda possono dover aspettare anche un anno.