Le donne incinte con problemi economici optano sempre di più per un’assistenza alla maternità ridotta o nulla perché non sono in grado di pagare la loro parte del contributo: questo è ciò che dicono le organizzazioni di assistenza alla maternità di Amsterdam ad Het Parool.

Senza assicurazione complementare, quindi fuori dal pacchetto base, si deve versare un contributo personale di 4,70 euro l’ora per l’assistenza alla maternità. Il numero minimo di ore di assistenza alla maternità è di 24 ore: per le donne incinte  a basso reddito, l’importo è di oltre cento euro in più a testa che dovrebbero sborsare di tasca loro.

È proprio questo gruppo che trae grandi benefici dall’assistenza alla maternità, affermano le organizzazioni e ka mancata assistenza a gravi problemi nei primi mesi di vita del neonato.

Se le donne incinte optano per un’assistenza alla maternità ridotta o nulla a causa di problemi economici, ciò può aumentare le  disuguaglianze: “Le famiglie vulnerabili che ricevono assistenza corrono maggiori rischi nell’immediato e nel futuro, rischiando di diventare beneficiarie di cure molto più costose”, afferma Esther van der Ark dell’Associazione professionale per l’assistenza alla maternità.