Gli esercizi di ristorazione in cinquanta comuni che includono Breda, Maastricht, Haarlemmermeer e Weert minacciano la riapertura il 17 gennaio, dice NOS. Lo scrive in un comunicato stampa KHN, l’associazione dell’horeca Koninklijke Horeca Nederland. Anche Groningen era in lista ma KHN locale ha fatto un passo indietro.

L’associazione che riunisce gli esercizi dell’horeca sostiene di parlare a nome di 50 sezioni locali e di migliaia di aziende. Il dipartimento nazionale di Koninklijke Horeca Nederland dice che comprende la situazione, ma trova irresponsabile chiedere cose che vanno contro la legge, dice un portavoce.

L’azione sarebbe per necessità, dicono i portavoce locali, perché lo stato di necessità e l’assenza di prospettive future da parte del governo e, in particolare, l’incoerente politica dell’esecutivo, non lascerebbero scelta: “apriremo il 17 gennaio 2021 alle rigide condizioni del protocollo KHN e resteremo aperti”, afferma il comunicato stampa.

KHN nazionale comprende i sentimenti delle cinquanta sezioni, ma non è d’accordo con l’appello. In realtà, colloqui con l’esecutivo sono attualmente in corso: l’associazione chiede maggiore sostegno finanziario per il settore e vorrebb cooperazione dal governo per l’apertura entro il 12 gennaio.

La prossima settimana ci sarà una campagna nazionale per un maggiore sostegno finanziario e per l’apertura il 12 gennaio, afferma l’associazione di categoria.