The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Impieghi senza colloquio un successo: le persone si sentono maggiormente a loro agio

Un lavoro senza mandare il CV. L’esperimento olandese con assunzioni aperte, dicono i ricercatori della VU Universiteit, sembra abbia dato i suoi frutti: il “first come, first served basis (il primo che arriva viene servito)” è piaciuto ai primi 25 dipendenti con assunzione aperta nei Paesi Bassi. L’idea era stata escogitata per dare una chance a quelle persone che per diverse ragioni non rispettano lo standard di mercato.

“L’assunzione aperta riguarda principalmente il nostro atteggiamento nei confronti di qualcuno con una carriera diversa dalla media”, afferma il ricercatore Hans Bosselaar a NOS. “Viviamo in una meritocrazia: CV e formazione sono decisivi per le opportunità. Ma ci sono molte persone che non rispettano quell’immagine e quindi non sono viste da subito come il “candidato ideale” “.

Il fatto che una manciata di datori di lavoro nei Paesi Bassi stia ora sperimentando questo modo alternativo di reclutamento ha due ragioni, secondo Bosselaar. “Prima del Covid c’era un mercato del lavoro rigido. Le posizioni a bassa retribuzione erano difficili da coprire. Le assunzioni aperte aumentano le possibilità che le aziende trovino personale“.

Un altro motivo è se l’azienda è idealista. “Pensano: facciamo parte della società e per questo motivo vogliamo essere inclusivi e dare alle persone una possibilità sul posto di lavoro”, afferma Bosselaar. Secondo lui, i dipendenti con questo metodo hanno la sensazione di poter essere maggiormente loro stessi.

Secondo i ricercatori, tre quarti degli intervistati percepiscono l’assunzione aperta come una nuova opportunità, dice NOS e un modo per “ritrovare la fiducia in se stessi, l’auto-motivazione e la connessione sociale”. “E questo solo essendo quello che sono e vivendo la vita che vogliono”, ha detto Bosselaar.