Il governo ha chiesto una consulenza d’urgenza ad OMT, il Comitato scientifico di sostegno all’esecutivo per l’elaborazione delle politiche Covid, a causa dell’impennata di contagi.

Che fare? Nuove misure oppure no? La scorsa settimana i contagi si aggiravano intorno ai 700-800, ieri erano circa 2200 e “ora si toccano i 3600”, dice il ministro De Jonge. “Quindi il numero sta salendo molto velocemente.”

Il governo spera di ricevere il consiglio alla fine del pomeriggio di domani, “in modo che possiamo fare qualcosa a breve termine”.

Secondo il ministro della Salute, i due obiettivi del gabinetto, proteggere il sistema sanitario e le persone vulnerabili, non sono ancora a rischio, perché ormai gran parte degli adulti è stata vaccinata.

Ma è anche realista: sentire subito gli esperti dell’OMT per capire “se dobbiamo davvero preoccuparci”. Forse no, perché circa i tre quarti dei contagi sono tra i giovani che hanno meno probabilità di finire in ospedale.

Secondo il direttore del RIVM Van Dissel, che dirige anche l’OMT, molte persone sono vaccinate quindi i rischi sono minimi.