Volkert van der Graaf, l’uomo che uccise il politico populista Pim Fortuyn 16 anni fa, potrà lasciare i Paesi Bassi. Van der Graaf e il pubblico ministero hanno raggiunto un accordo sul suo dovere di riferire al servizio di libertà vigilata. Non dovrà più presentarsi fisicamente ogni sei settimane per la firma, ma dovrà inviare un rapporto scritto sul suo stato di salute ogni otto settimane fino al 2020. Inoltre dovrà prendere parte ad una riunione di valutazione ogni sei mesi, scrive NOS.

Le altre condizioni per la sua liberazione sono: non potrà parlare con i media fino al 2020, e non potrà contattare i familiari della vittima.

All’inizio di quest’anno Van der Graaf ha intentato una causa contro lo Stato olandese per ottenere la sospensione dell’obbligo di firma, così da poter lasciare i Paesi Bassi.

A maggio il tribunale, in seguito ad una perizia, ha dato ragione all’uomo che ha raggiunto, nelle ultime settimane, un accordo con l’ufficio del Pubblico Ministero.