Il sindaco di Rotterdam, Ahmed Aboutaleb ha chiesto ad Alexander Beglov, sindaco di San Pietroburgo, città gemellata con R’dam, di sollecitare il governo russo per la pace in Ucraina. Il primo cittadino di R’dam ha inviato una missiva al collega russo, ricordando che le due città  hanno subito gravi perdite durante la seconda guerra mondiale e ciò porta anche un senso di responsabilità nel presente. “Dobbiamo condannare fermamente la guerra in Ucraina e denunciare la violenza e la distruzione delle città ucraine”.

“Portiamo ancora i segni della distruzione”, Aboutaleb si riferisce al passato di entrambe le città, che sono gemellate dal 1984. È anche consapevole che il sindaco di San Pietroburgo “potrebbe non essere in grado di controllare gli eventi geopolitici. Tuttavia, dice Rijnmond, il primo cittadino di R’dam è convinto che la voce del suo omologo sia importante.

“Ci sono solo perdenti in una guerra”, continua. “Mi addolora vedere normali cittadini russi e ucraini, che non hanno optato per la guerra, subirne le conseguenze”.

Aboutaleb discute anche dell’importanza della libertà di espressione: “Come sindaco di una città piena di persone di opinioni diverse e di 173 nazionalità che convivono, non posso sottolineare abbastanza quanto sia importante che a tutte le opinioni sia dato spazio per esprimersi liberamente, anche quando queste opinioni non corrispondono alle nostre. ”

La maggioranza nel consiglio comunale di Rotterdam avrebbe voluto che il sindaco rompesse il gemellaggio ma Aboutaleb ha preferito scrivere al collega.