Il sindaco di Rotterdam, Ahmed Aboutaleb, ha detto al giornale AD che il partito islamofobo di Geert Wilders dovrebbe essere coinvolto negli attuali colloqui per la formazione di un nuovo governo, ma non necessariamente che il partito dovrebbe essere parte della coalizione.

Il PVV ha raccolto 20 seggi alle ultime elezioni del 15 marzo, posizionandosi come secondo partito del paese ma un veto di tutte le altre formazioni politiche, a causa delle posizioni controverse su islam e sulla comunità marocchina nei Paesi Bassi, a impedito a Wilders di essere considerato per una coalizione di governo.

Secondo il sindaco di Rotterdam, è logico per un governo che si profila di centro-destra l’ipotesi di considerare Geert Wilders.

Parlando al giornale a proposito delle migrazioni e della questione rifugiati, Aboutaleb -figlio di immigrati marocchini nei Paesi Bassi, sostiene la necessita di investire nei paesi di provenienza dei richiedenti asilo.

Il primo cittadino di Rotterdam è uno dei politici più noti ed apprezzati del paese, anche in ambienti conservatori, per il suo pragmatismo e per le dure posizioni contro il radicalismo islamico.