Occupare edifici nei Paesi Bassi, sarà ancora più difficile di quanto già non lo sia oggi: con un voto a favore del Senato, il disegno di legge di Daniel Koerhuis (VVD) e Madeleine van Toorenburg (CDA) è stato approvato e da ora i tempi dello sgombero dovrebbero diventare più rapidi, dice il quotidiano Parool.

L’appello del comune e della polizia di Amsterdam non è servito: i voti della destra e dell’estrema destra hanno deciso il giro di vite su un fenomeno già, in larga parte, marginale.

Con il via libera dei senatori di VVD, CDA, JA21, FVD, Fractie-Otten, 50PLUS e PVV gli occupanti saranno ora giudicati con il codice penale e non più con quello civile: in questo modo, gli sgomberi sono possibili in appena tre giorni.

Secondo gli amministratori di Amsterdam, la legge è inutile: gli squat rimasti sono pochi e la nuova legge farà solo aumentare la burocrazia.