The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

Il ritorno dell’autoritratto di Rembrandt a Roma



C’è un dipinto che dimostra la straordinaria modernità della pittura tarda di Rembrandt. È L’autoritratto come San Paolo, in mostra dal 21 febbraio presso la Galleria Corsini di Roma. Si tratta di un’opera risalente al 1661 ed è l’unico suo autoritratto in veste di figura biblica. La stesura pittorica è ricca di materia, come si vede nel turbante e nel viso, realizzati con pennellate dal colore denso, mentre sull’abito la maniera rimane più sommaria. Il chiaroscuro è incupito da fonde tonalità brune in dialogo con la luce che si riflette sul capo. Al contrario della pittura morbida e accurata delle opere giovanili del pittore olandese, quella del periodo maturo e tardo si fece sempre più libera e inquieta. Nel corso della sua carriera, Rembrandt realizzò più di sessanta autoritratti, che ne documentano la vita interiore, alimentata da personali convinzioni religiose.

Il legame di Rembrandt con la famiglia Corsini fu molto forte. I nobili romani nutrivano un’altissima stima per l’artista olandese, tanto da possederne oltre 350 stampe, conservate allora nella biblioteca del Palazzo alla Lungara.

L’autoritratto, oggi ospitato al Rijksmuseum di Amsterdam, era di proprietà della famiglia Corsini; acquistato tra il 1737 e il 1739 dal Cardinal Neri Maria per essere esposto nella sua galleria di dipinti, venne ammirato da viaggiatori e da grandi pittori come Turner.

Divenuto uno dei protagonisti della collezione, fu venduto, insieme ad altri quadri, per far fronte alle tasse imposte durante l’occupazione francese alle famiglie nobili a fine Settecento. Passato di mano in mano tra i principali mercanti inglesi presenti a Roma, nel 1807 finì in Inghilterra dove venne venduto all’asta, approdando, dopo alterne vicende, ad Amsterdam. Ad attestare i tentativi compiuti nell’Ottocento dal principe Corsini di recuperare le opere, sono i documenti originali dell’archivio Corsini, presenti in mostra insieme a numerose incisioni che rivelano il particolare interesse dei Corsini per il maestro olandese. Oggi il dipinto che lega Rembrandt alla città di Roma torna a casa per la prima volta dopo il 1799 e ci rimarrà solo fino al 15 giugno. Un buon motivo per andare ad ammirarlo. 

CoverPic: Self-portrait as the Apostle Paul | License: public domain






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!