The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

Il Rijksmuseum mette in mostra tutti i suoi Rembrandt

In mostra tutti i 22 dipinti e i 60 disegni in possesso del museo insieme a una selezione di 300 acqueforti

di Magda Giacopini

Nel 2019 ricorre l’anniversario dei 350 anni dalla morte di Rembrandt van Rijn, importante protagonista del Secolo d’oro olandese. Per celebrare l’evento, il Rijksmuseum di Amsterdam organizza diverse iniziative durante tutto l’anno, la prima delle quali è la mostra dal titolo Alle Rembrandts (Tutti i Rembrandt), aperta dal 15 febbraio al 10 giugno 2019.

Il Rijksmuseum vanta la più ampia collezione al mondo delle opere di Rembrandt e in questa occasione presenta al pubblico per la prima volta tutti i 22 dipinti e i 60 disegni in suo possesso, insieme a una selezione di 300 acqueforti delle circa 1300 custodite dall’istituto.

Dell’esposizione non fa parte la celebre Ronda di notte, che è tuttavia possibile ammirare a poca distanza nella consueta collocazione, la Galleria d’onore del museo.

Curata da Erik Hinterding e Mireille Linck, la mostra offre non soltanto una ricca visione d’insieme dell’opera di Rembrandt, ma costituisce anche un’opportunità unica per apprezzarne le acqueforti e i disegni, esibiti di rado per la loro fragilità e sensibilità alla luce.

Articolato in sezioni tematiche, il percorso espositivo mette in luce l’ecletticità di Rembrandt, che nel corso della sua carriera si dedicò a svariati generi figurativi, dal ritratto al paesaggio e alle scene religiose.

Nella prima sala si trovano gli autoritratti, che egli produsse in gran numero dal primo periodo di attività fino agli ultimi anni di vita. Questi lavori avevano spesso la funzione di esercizi per imparare a padroneggiare la resa delle espressioni del volto e si distinguono per la spontaneità e la varietà degli atteggiamenti tratteggiati.

Rembrandt van Rijn, Autoritratto, ca. 1628 – ca. 1629

Nelle sale seguenti sono collocate opere che hanno per soggetto i membri della famiglia del pittore, messi in posa di frequente per i suoi studi, e l’ambiente cittadino in cui viveva, prima Leida e in seguito Amsterdam. Nei disegni e nelle acqueforti raffiguranti i diversi personaggi che animano la vita delle strade, dai musicisti agli attori e ai mendicanti, è evidente lo straordinario talento dell’artista nel cogliere con immediatezza la vita quotidiana.

L’itinerario della mostra prosegue con i paesaggi della campagna olandese e i ritratti di amici e di personalità influenti di Amsterdam, dove Rembrandt era diventato in breve un ricercatissimo ritrattista.

Tra gli esempi più notevoli in questa sezione figura il dipinto I sindaci dei drappieri (De Staalmeesters), risalente al 1662. Questo meraviglioso ritratto di gruppo è caratterizzato da un uso esperto del chiaroscuro, dalla capacità di descrivere le emozioni dei singoli personaggi e da una grande dinamicità, ottenuta facendo convergere lo sguardo dei protagonisti della tela verso gli spettatori del quadro. 

L’ultima parte dell’esposizione comprende la rappresentazione di episodi biblici. Qui è possibile osservare il talento narrativo di Rembrandt e la sua creatività nell’illustrare i momenti salienti delle storie del Vecchio e del Nuovo Testamento.

Rembrandt van Rijn, I tre alberi, 1643

Grazie alla considerevole raccolta di lavori appartenenti a tutte le fasi della vita del pittore, la mostra Alle Rembrandts permette di seguire l’evoluzione stilistica di questo artista eccezionale e di ammirarne l’abilità nell’uso teatrale della luce e nella raffigurazione dei sentimenti e della psicologia dei soggetti.

Nell’esibizione si ha modo anche di conoscere Rembrandt nel suo ruolo di innovatore che rifiutò gli ideali estetici classici a favore di una rappresentazione più veritiera dell’uomo e che continuò a sperimentare fino ai suoi ultimi anni nuove soluzioni espressive con grande libertà e fiducia nelle proprie capacità.

Ma l’intento della mostra è anche quello di restituire ai visitatori un ritratto intimo di Rembrandt come persona, facendo intravedere scorci del suo mondo privato. A creare la sensazione di vicinanza con l’artista contribuiscono in modo rilevante le acqueforti e i disegni, che per la freschezza dell’esecuzione e la loro quantità offrono un panorama completo dell’ambiente in cui viveva il pittore e dei principali temi con cui egli si misurò.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!