Nuove accuse contro Willem Holleeder, il criminale della capitale divenuto celebre per il rapimento nel 1983 di Freddy Heineken, allora proprietario del colosso della birra. Holleeder, in carcere nuovamente dal 2007 per estorsione, dopo aver trascorso un periodo di semi-libertà tra il 2013 e il 2015, avrebbe -secondo il pubblico ministero- organizzato dal penitenziario di massima sicurezza di Vught, dove è rinchiuso, l’omicidio delle sue due sorelle Astrid e Sonja che lo scorso anno testimoniarono in tribunale contro di lui. Oltre alle due donne, Holleeder avrebbe -secondo la ricostruzione della pubblica accusa- commissionato anche l’omicidio di Peter R. de Vires, giornalista televisivo che ha dedicato ampio spazio alle vicende del criminale di Amsterdam.

La vicenda è emersa lo scorso aprile, quando il detenuto con cui divide la cella, ha denunciato il piano: Holleeder, avrebbe chiesto ad altri due detenuti, dietro un compenso di 5000e, di chiamare un numero di telefono e dare l’ordine a dei sicari al suo servizio che avrebbero quindi dovuto eseguire. L’uomo, interrogato dagli inquirenti ha negato di aver interesse ad eliminare le sorelle e ha sostenuto di conoscere a malapena il suo compagno di cella.