NL

NL

Il PM aveva passato (per errore) il suo indirizzo all’accusa: pentito cerca di fuggire all’estero. Arrestato a Schiphol

Un pentito che, dopo errori della Procura, temeva per la sua incolumità e voleva fuggire all’estero, è stato arrestato e trattenuto a Schiphol, racconta NOS. L’episodio, confermato dall’avvocato Peter Schouten dopo aver parlato con AD, sarebbe accaduto perché il testimone, coinvolto in diversi casi di omicidio, non si fidava più della giustizia olandese: solo tre settimane fa, il suo indirizzo è finito in pezzi che sono andati a un sospettato in un caso di omicidio.

L’OM si sarebbe giustificato dicendo che si trattava di un vecchio indirizzo, ma poi ha inviato anche altri documenti riservati allo stesso indirizzo, afferma Schouten, dove era indicato anche il nuovo indirizzo del pentito. Inoltre, secondo Schouten, c’è da tempo un conflitto con la Procura sulla sicurezza e questo avrebbe accentuato lo stress e l’insicurezza per il suo assistito.

Schouten dice che il suo cliente si sarebbe sentito talmente minacciato da non vedere alternativa se non quella di fuggire all’estero, dice NOS.   Schouten ha informato il ministro della giustizia Yesilgöz in una lettera che non ha più fiducia nel pubblico ministero: tra le altre cose, chiede che la protezione del suo assistito sia trasferita al Coordinatore nazionale per l’antiterrorismo e la sicurezza (NCTV) ossia all’intelligence. 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli