NL

NL

Il Paradiso di Amsterdam è troppo rumoroso, giudice ordina perizia

Photo: Andreas Praefcke, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Il Paradiso di Amsterdam è troppo rumoroso: il comune è tenuto a condurre nuovamente un’indagine sui problemi causati causati dal club entro dieci settimane, basandosi su ulteriori ricerche. Così ha stabilito oggi il tribunale. Tre vicini avevano intentato una causa contro il comune perché sperimentavano disturbo acustico e volevano una migliore applicazione delle normative.

Il tribunale ha accolto parzialmente l’appello dei vicini; le misurazioni del suono effettuate dal comune di Amsterdam presso il Paradiso in questa causa sono imprecise e devono essere rifatte. Tutte le altre obiezioni sono state respinte e fino a quando non verranno effettuate nuove misurazioni del suono, non cambierà nulla per il club. Il più rigido rispetto delle normative richiesto dai vicini, con la conseguente chiusura del Paradiso dopo le 23:00, non è quindi attualmente all’ordine del giorno.

Tre residenti in prossimità del Paradiso si lamentano da anni del rumore provocato dal pubblico in strada, dalle operazioni di carico e scarico e dal suono provenienti dall’edificio. Dopo un’indagine acustica nel 2019, il comune ha deciso di respingere una richiesta di applicazione delle norme, perché non vi sarebbe stata alcuna violazione. Anche il reclamo delle tre donne contro tale decisione è stato dichiarato infondato dal comune.

Le vicine si sono quindi rivolte nuovamente al tribunale: il giudice ora ha stabilito che le misurazioni del suono effettuate dal comune non sono state eseguite con sufficiente precisione. Ad esempio, non è stato stabilito se sulla facciata della casa di una delle denuncianti vi sia o meno un superamento della norma sul rumore. Il tribunale ha stabilito che queste misurazioni devono comunque essere effettuate e che, sulla base di tali risultati, deve essere presa una nuova decisione sulla richiesta di applicazione delle norme. Sia il comune che il Paradiso possono ancora fare ricorso contro la sentenza.

Il locale annuncia di voler costruire una copertura per ridurre i disagi al vicinato, indipendentemente dalla sentenza.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli