Author: Mark Mathosian Source: Flickr License: CC 2.0

All’inizio del prossimo anno, il museo Apple più grande d’Europa aprirà nel centro commerciale The Wall ad Utrecht. Il museo, che coprirà una superficie di 1600 metri quadrati, è un’iniziativa di Ed Bindels, fondatore e proprietario del reseller Apple Amac

Il museo ospiterà più di cinquemila prodotti Apple, dal 1977 fino ai giorni nostri, compresi degli  alcuni articoli venduti esclusivamente sul mercato statunitense. 

“Ho iniziato a collezionare i prodotti Apple molto presto”, afferma Bindels in un comunicato stampa. “Prima di fondare Amac nel 2005, possedevo già un portatile Macintosh nell’attico. Il termine ‘portatile’ è relativo se si pensa al peso consistente della sua batteria. Niente di paragonabile agli attuali MacBooks.”

Un altro museo Apple, precedentemente situato a Drenthe, ha dovuto chiudere i battenti lo scorso anno a causa degli alti costi di affitto. Parte di questa collezione sarà esposta a Utrecht. Prima del 2020, il museo attraeva tra i tre e i cinquemila visitatori ogni anno.  “Adesso, come fondazione, abbiamo un solo obiettivo: mantenere insieme la collezione”, rivela Izaak Buwalda, direttore del nuovo museo Apple. 

La collezione risale al 2012, quando i precedenti proprietari non erano più in grado di ospitarla. Nel corso degli anni, però, il bottino è aumentato grazie alle numerose donazioni. Adesso include infatti un archivio completo di manuali, rari poster e pressoché tutti i software creati da Apple. 

Ci sono tuttavia dei tasselli mancanti alla collezione: l’originale Apple I, un PC sviluppato dal co-fondatore di Apple Stephen Wpzniak nel 1976, l’Apple Lisa 1, il NeXT Cube e una TV Macintosh.