The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

Il mistero del San Pietro inginocchiato di Rembrandt

Quella esposta al JCK di Amsterdam è solo una copia poiché il Museo d'Israele ha deciso all'ultimo di non dare in prestito l'originale



In tutti i Paesi Bassi proseguono senza sosta le celebrazioni nazionali di Rembrandt e della pittura olandese del XVII secolo.

Il quartiere culturale ebraico di Amsterdam prenderà parte a questo programma con una mostra incentrata sul San Pietro inginocchiato di Rembrandt del 1631, in possesso dell’Israel Museum a Gerusalemme.

Rembrandt realizzò “Saint Peter Kneeling” a Leida nel 1631. Il dipinto presenta tutte le caratteristiche dell’artista: la sua tecnica pittorica, lo spettacolare contrasto tra chiaro e scuro e il suo approccio emotivo al soggetto umano.

Rembrandt raffigura San Pietro, il primo e il più fedele degli Apostoli di Gesù, in un bagliore ultraterreno che conferisce alla pittura una dimensione religiosa.

Secondo il Vangelo di Matteo, San Pietro era un pescatore ebreo originariamente chiamato Simon bar Jonah (Simone, figlio di Giona). Il dipinto solleva diverse questioni ma la più importante è: quale episodio della vita di San Pietro ha qui raffigurato Rembrandt? Mostra la sua liberazione da parte di un angelo dalla prigione di Gerusalemme o il suo rimorso dopo la negazione di Gesù?

Il capolavoro non viene esposto nei Paesi Bassi da 120 anni.

Poco prima dell’apertura della mostra, il Museo d’Israele ha annunciato di aver richiesto alcune garanzie per questo prestito, che il Ministero degli Affari Esteri olandese non è stato in grado di fornire. Di conseguenza, il dipinto originale non ha mai lasciato Israele come racconta la direttrice Emile Schrijver: probabilmente, il museo di Gerusalemme, “geloso” del suo unico Rembrandt, ha avuto timore che in caso di una causa intentata da qualche presunto avente diritto all’opera, la sua difesa non sarebbe stata garantita. Ciò è avvenuto in passato per opere trafugate dai nazisti, acquistate da qualche museo e poi restituite ai legittimi proprietari. Nel caso specifico del San Pietro in ginocchio la provenienza è chiara e tracciata prima e dopo la guerra: oltretutto, all’Israel Museum l’opera è stata donata da una ricca coppia di filantropi americani.

Comunque sia, in occasione dell’esposizione viene esposta una riproduzione del San Pietro inginocchiato.

In compenso, è possibile ammirare un’altra opera originale di Rembrandt: lo schizzo a olio Jozeph telling his dreams del 1633 circa. Questo capolavoro è un prestito del Rijksmuseum.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!