NL

NL

Il ministro Hoekstra è stato coinvolto in una società di comodo. E il commissario di ABN ancora lo è

Prima di assumere l’incarico di capo dicastero, il ministro delle finanze uscente Hoekstra (CDA) ha avuto per molti anni un interesse in una società di comodo nelle Isole Vergini britanniche.

Questo è ciò che scrivono Trouw, Financieel Dagblad e la piattaforma di ricerca Investico dopo aver visionato 12 milioni di documenti trapelati dagli uffici fiduciari attraverso il collettivo di giornalisti internazionali ICIJ, i cosiddetti Pandora Papers.

Secondo tali documenti, il commissario di ABN Amro Tom de Swaan è ancora coinvolto nella società di comodo in cui Hoekstra aveva un interesse.

La società si chiama Candace Management e vi lavorerebbero una quarantina di persone, tra cui diverse persone del mondo bancario olandese. La società esiste per investire in safari in Africa orientale. Va chiarito che non è vietato dalla legge utilizzare strutture fiscali.

La costruzione è controversa, afferma il ricercatore Karlijn Kuipers di Investico. “I Paesi Bassi hanno adottato tutti i tipi di misure per quasi dieci anni per garantire che questi paradisi cessino di esistere”.

“Le Isole Vergini britanniche sono coinvolte nell’ elusione fiscale”, ha detto al FD il professore di corporate governance Leen Paape della Nyenrode University. “Anche se è permesso, non lo vogliamo. Si tratta principalmente di decenza sociale”.

Hoekstra aveva una partecipazione in Candace Management per 26.500 euro quando era senatore per il CDA e all’epoca faceva parte di una commissione che si occupava, tra l’altro, di progetti di legge per combattere l’elusione fiscale. Una settimana prima che Hoekstra diventasse ministro delle finanze, nell’ottobre 2017, ha venduto le sue azioni dell’azienda e ha donato i profitti del suo investimento in beneficenza.

Hoekstra ha negato ai giornalisti dei tre media di sapere che la società avesse sede nelle Isole Vergini e dice che tutto è stato denunciato al fisco. Dice inoltre che il primo ministro Rutte ne era stato informato durante la formazione del governo.

Secondo Dirk Waterval di Trouw, le quaranta persone che fanno ancora parte del club degli investimenti privati ​​ricoprono tutte posizioni di vertice negli affari olandesi. Questi includono Maarten Muller (membro del consiglio di vigilanza di Van Lanschot Kempen), Alexandra Schaapveld (ex direttore di vigilanza della banca statale FMO) e Joost Kuiper (ex direttore di vigilanza ING). Anche Tom de Swaan, ora presidente del consiglio di sorveglianza della banca statale ABN Amro, è un nome noto. È stato nominato da Hoekstra nel luglio 2018 e detiene ancora le sue azioni attraverso la società di comodo.

Hoekstra dice ai giornalisti di non sapere che anche De Swaan fosse coinvolto nel “club” di investimenti. Hoekstra afferma di non aver mai visto gli elenchi degli azionisti che circolano regolarmente secondo i vari investitori del gruppo. Si dice che abbia investito perché era amico del fondatore della compagnia di safari attraverso la sua vecchia associazione studentesca di Leiden. Quella società avrebbe truccato la costruzione per attirare facilmente investimenti internazionali.

SHARE

Altri articoli