Il sottosegretario alla salute Paul Blokhuis ha annunciato il suo piano per mettere al bando il gas esilarante o quantomeno per restringerne molto la possibilità di acquisto.

Il governo ha deciso di intervenire in seguito a diversi studi che avrebbero mostraro la pericolosità sulla salute. Secondo la commissione per la valutazione dell’impatto delle droghe CAM, il rischio sarebbe considerato “medio-grande”. Blokhuis prevede di includere il gas nella lista B della legge sull’oppio, insieme a cannabis e qat.

Nessuna sanzione per chi fosse sorpreso ad usare il gas esilarante ma la detenzione e l’uso rimangono illegali. Secondo il sottosegretario, infatti, l’uso si sta diffondendo e i rischi sarebbero grandi tanti per i consumatori quanto per l’ordine e la salute pubblica. Gli incidenti stradali che sembrano essere legati all’uso del gas, sarebbero in crescita.

Solo nei primi mesi di quest’anno, sarebbero stati 67 i casi di persone intossicate per uso del gas. Tra i problemi di salute denunciati: formicolio alle braccia e alle gambe, nausea, mal di testa e vertigini. Una ricerca pubblicata all’inizio di quest’anno dall’istituto Trimbos mostra che oltre il 37% di chi va ad una festa, fa uso di gas esilarante.