UE

UE

Il ministro degli esteri: urgente la riforma del parlamento europeo. E chiede sede unica e dimezzamento del numero dei deputati

Dimezzare la dimensione del Parlamento europeo, avvicinando i deputati ai cittadini europei, sarebbe la chiave per ricostruire la fiducia nell’Unione europea, ha detto il ministro degli esteri olandese Bert Koenders in un’intervista al quotidiano AD. Riducendo l’attuale numero di deputati da 766 alla metà, il Parlamento potrebbe concentrarsi sulle “preoccupazioni dirette» dei cittadini europei.

Per Koenders, sarebbe -inoltre- necessario mettere fine alla situazione della ‘doppia sede’ Bruxelles – Strasburgo, che costa attualmente 200milioni di € l’anno, considerandolo ‘uno spreco di denaro’. Koenders ha risposto cosi alle frasi del nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump che la scorsa settimana non aveva risparmiato critiche all’Unione europea, descritta come ‘strumento per la Germania’ e lodando la decisione della Gran Bretagna di tirarsene fuori.

‘Questo è proprio il messaggio sbagliato’, ha detto Koenders. ‘Ma davanti abbiamo l’opportunità storica di riformare l’Unione -ha proseguito- facendola diventare un’entità migliore e più compatta. Non sarebbe saggio gettare via  il bambino con l’acqua sporca. ‘L’alleanza europea è più importante che mai, Koenders ha concluso, aggiungendo che l’Unione europea nel 2017 è un’ porto sicuro ‘in un mondo instabile.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli