The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Il “lockdown” provoca più stress e uno stile di vita meno sano

CoverPic: Pixnio

Il coronavirus ha avuto un effetto negativo sullo stile di vita della maggior parte degli olandesi. Più di un terzo fa meno esercizio da quando è iniziato il lockdown smart, molti sono più stressati, e la stragrande maggioranza non ha modificato le proprie abitudini alimentari per adattarsi alla nuova situazione, secondo un sondaggio di Ipsos e del Volkskrant tra circa un migliaio di persone.

Il 13 per cento ha detto di fare più esercizio fisico e il 18 per cento di mangiare in modo più sano. Ma il 38 per cento fa meno esercizio fisico, il 35 per cento è più stressato e il 73 per cento non ha cambiato nulla della propria dieta.

“Lo stress in particolare è un problema”, ha detto al giornale Jaap Seidell, professore di nutrizione e salute alla VU Amsterdam. “Le preoccupazioni per il denaro e lo stress sul lavoro possono portare a consumare più spuntini”, ha detto. Lo stress ha anche un effetto sull’attività fisica perchè può portare all’apatia“. Inoltre, bisogna tenere presente che molte strutture sono chiuse, come i club sportivi e le palestre. E non tutti possono uscire facilmente”.

“Lo stress può anche scatenare in alcune persone una modalità di sopravvivenza” ha detto al Volkskrant Jessica Kiefte, professore di salute pubblica all’Università di Leiden. “Sono poi meno sensibili agli stimoli della fame o della sazietà”. Lo stress aggiuntivo durante una crisi come questa può anche portare a un aumento del consumo di alcol e del fumo. D’altra parte, gli individui tendono anche a smettere di fumare. Il coronavirus colpisce i polmoni, cosa che infonde paura”.

Circa il 10 per cento degli intervistati che bevono alcolici ha confessato ai ricercatori che ora beve più di prima della crisi. Il 5 per cento dei fumatori ha detto di fumare di più e il 36 per cento non è sicuro se fuma di più o meno.