“The World of Steve McCurry“, una mostra sulla vita e le opere di uno dei più rinomati fotoreporter americani, sarà disponibile dal 12 maggio al “Waagnatie Expo & Events” di Anversa.

Verranno esposte le stampe di circa 200 fotografie in formato grande, inserite in un’ambientazione unica e irripetibile che aggiungerà sicuramente un tocco in più a quella che è già la più grande e completa retrospettiva di un professionista dalla fama mondiale.

McCurry, nato a Filadelfia nel 1950, membro del leggendario collettivo fotografico “Magnum Photos”, è noto al mondo per aver scattato la fotografia dell’allora adolescente Sharbat Gula, la “ragazza afgana dagli occhi verdi”, incontrata in un campo profughi in Pakistan. Conosciuto anche per aver immortalato New York in seguito agli attacchi dell’11 settembre 2001.

I visitatori potranno godere non solo delle foto più emblematiche di McCurry e della sua carriera che dura da più di 40 anni, ma anche di quelle più recenti e altre, esposte per la prima volta al pubblico.

Il suo lavoro, che predilige l’aspetto umano, ritrae da sempre conflitti, civiltà scomparse, tradizioni primordiali e cultura contemporanea.

Nel 2019 è stato inserito nella “International Photography Hall of Fame”, dopo aver collezzionato una sfilza di premi e riconoscimenti, tra cui la “Frank Capa Gold Medal”, il “National Press Photographers Award” e, per quattro volte , il “World Press Photo Award”.

Escluso il martedì, l’ingresso è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 e durante il periodo delle vacanze scolastiche. Con l’aiuto di un’audioguida McCurry accompagnerà i visitatori in questo viaggio immersivo, che punta, tramite le sue fotografie, a svelare la sua storia personale .

Le prenotazioni possono essere effettuate sul sito www.stevemccurryexpo.com.