NL

NL

Il gruppo McLaren acquista VanMoof fallita. E licenzia (quasi tutti) gli ex dipendenti

Brbbl, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Il marchio VanMoof è stato acquisito dal marchio di e-step Lavoie, parte del gruppo McLaren Applied, un’azienda affiliata al noto produttore britannico di automobili, dice il Paroo. Lo hanno annunciato i curatori di VanMoof giovedì. Lavoie ha dichiarato di avere l’intenzione di “sviluppare ulteriormente le attività di VanMoof.”

In una dichiarazione, il CEO Eliott Wertheimer, ha dichiarato di avere l’obiettivo di “mantenere tutti i 190.000 clienti di VanMoof sulla strada” e contemporaneamente di “stabilizzare e far crescere l’azienda.” McLaren ha inoltre espresso l’intenzione di diventare un marchio premium nel settore dei veicoli elettrici con questa acquisizione.

I curatori di VanMoof hanno dichiarato che Lavoie ha acquisito alcune attività del brand di bici tra cui il nome, l’inventario aziendale, le scorte e le azioni di VanMoof USA.

Non è ancora chiaro quali saranno le conseguenze esatte dell’acquisizione per i dipendenti  ma un portavoce di Lavoie ha dichiarato che l’azienda probabilmente continuerà con soli cinquanta o sessanta ex dipendenti. Durante il fallimento erano 700 le persone che lavoravano per l’azienda, secondo il sindacato CNV.

Una delle domande principali riguarda i servizi di manutenzione e come verranno trattati i clienti che hanno subito danni. Le informazioni dettagliate su questi aspetti dovrebbero essere rese note poco dopo il 4 settembre, quando è prevista la conclusione definitiva dell’acquisizione, dicono i curatori.

VanMoof è stata dichiarata fallita il 18 luglio dalla corte di Amsterdam, dopo aver ottenuto una sospensione dei pagamenti una settimana prima.

Un’indagine condotta da Het Parool ha rivelato che VanMoof aveva introdotto sul mercato biciclette elettriche difettose negli ultimi anni pur di soddisfare gli investitori e attirarne di nuovi. L’azienda aveva dovuto affittare un magazzino aggiuntivo accanto alla sede principale e alla officina per conservare le biciclette danneggiate. “C’erano così tante biciclette da riparare che era impossibile camminare nell’officina”, aveva detto un ex dipendente.

Dalle registrazioni contabili dell’azienda è emerso che negli ultimi anni si erano accumulati enormi debiti e per affrontare i problemi, i prezzi delle e-bike erano stati aumentati e nuovi modelli erano stati lanciati.

Nel frattempo, VanMoof è stata dichiarata fallita anche in Germania e si è scoperto che il marchio non poteva più pagare il personale a Taiwan. “Nonostante i nostri sforzi, VanMoof non potrà pagare i salari di luglio,” ha scritto il co-fondatore Ties Carlier in una e-mail interna ai dipendenti dell’azienda a Taiwan letta da Het Parool.

La settimana scorsa è stato reso noto che il debito totale di VanMoof al momento del fallimento ammontava a 143,8 milioni di euro, secondo quanto riportato dal quotidiano finanziario FD, citando documenti presentati dai curatori a New York. In particolare, gli investitori, i fornitori e l’Agenzia delle Entrate sono ancora in attesa dei loro pagamenti da parte dell’azienda. È probabile che si aggiungano anche i clienti che hanno pagato una bicicletta ma non l’hanno mai ricevuta.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli