Cover@Richardkiwi, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

La cittadina di Noordwijk, sulla costa occidentale olandese a pochi chilometri dal celebre Keukenhof, era originariamente un villaggio di pescatori. 

HuisTerDuin

Passeggiando sul lungomare preda di surfisti e venditori di fritti, oggi ci s’imbatte in enormi caseggiati di cemento, figli della speculazione edilizia dei decenni passati.

Anche gli undici piani del Grand Hotel Huis ter Duin ricordano l’architettura post-sovietica della Crimea quanto a imponenza e gusto estetico. Se si fissa però con attenzione l’ingresso dell’albergo si scopre però un edificio basso in netto contrasto con tutto quello che lo circonda.

Huis ter Duin 2010

Il sindaco di allora, Pické, credeva che il villaggio avesse da offrire molto di più che solo pesce. Un’elegante stazione balneare avrebbe infatti portato molti benefici. Ed è così che nel 1883, Pické deliberò la costruzione del Grand Hotel Huis ter Duin, inaugurato nel 1885. 

Nel 1887, Heinrich Tappenbeck acquistò l’hotel con vista sul mare. Del resto aveva intravisto il potenziale della struttura e cercò di attirare turisti nazionali e internazionali. Con annunci inseriti in riviste per facoltosi lettori raggiunse uomini d’affari e la nobiltà. I membri della Casa d’Orange e la famiglia reale belga soggiornavano regolarmente qui.

Altri ospiti illustri sono stati la principessa Grace di Monaco, lo scrittore Thomas Mann e gli attori cinematografici Liz Taylor e Richard Burton. Durante la seconda guerra mondiale l’hotel fu requisito dai tedeschi e messo a disposizione degli ufficiali delle SS. Questa storia è stata poi utilizzata nel film Soldaat van Oranje che è stato parzialmente girato intorno all’hotel.

Ben presto però la concorrenza sulla costa iniziò ad aumentare. Durante gli anni ’60, l’hotel passò di proprietà in proprietà fino a rischiare di essere demolito. Il consiglio comunale di Noordwijk respinse questi piani e l’hotel fu acquistato dall’attuale proprietario.

Huis ter Duin, Noordwijk (ca. 1930)

Nel 1984, il Grand Hotel Huis ter Duin fu riaperto dalla principessa Margriet, dopo una ristrutturazione e un notevole ampliamento. 

Nel gennaio del 1990 una grande porzione dell’hotel fu distrutta da un incendio. Lì nacque l’idea di costruire un edificio molto più imponente e sicuro.

Il Grand Hotel Huis ter Duin consiste attualmente di due parti. Quella ricostruita e l’Historic Huis ter Duin con le sue 73 camere.