Secondo il governo, le società che eludono le tasse non dovrebbero beneficiare di aiuti corona, per questa ragione -dopo settimane di polemiche- l’esecutivo ha deciso di cambiare direzione sui sussidi: “Vogliamo sostenere le grandi aziende che bussano alla porta del governo in questa crisi se sono importanti per la società olandese”, ha dichiarato il sottosegretario alle finanze Hans Vijlbrief. “Ma non è appropriato chiedere denaro  in tempi bui evitando allo stesso tempo di pagare tasse”.

Stando a NOS, il governo pone quindi due condizioni: quella società non può avere sedi in Paesi dove l’aliquota è inferiore al 9% oppure in un paese incluso nella lista nera dei “paradisi fiscali”. Inoltre, chi percepisce sussidi non può pagare dividendi.

Vijlbrief sottolinea che in questo periodo è importante agire rapidamente se un’azienda è in difficoltà, per questo motivo il piano per i sussidi è stato rapido e di ampio respiro.