Il Ministro con delega alle comunicazioni Slob decide di finanziare l’Eurofestival con 12,4 milioni di euro. Non si tratta di denaro derivante da tasse, ma di proventi di pubblicità perché gli sponsor Ster hanno prodotto più del previsto. Dopo la  vittoria di Duncan Laurence a Tel Aviv lo scorso anno, il Song Contest si terrà a Rotterdam il prossimo anno. Si stima che lo show avrà un costo di 26,5 milioni di euro. “Con il contributo di cui sopra, spero che l’Eurovision Song Contest sarà un grande successo”, scrive il ministro della CU al  parlamento. “La trasmissione creerà un collegamento nazionale e internazionale e contribuirà alla visibilità dei Paesi Bassi.”

Dopo la  vittoria di Duncan Laurence a Tel Aviv, il Song Contest si terrà a Rotterdam il prossimo anno. Si stima che lo spettacolo avrà un costo di 26,5 milioni di euro. Di questi, la European Broadcasting Union – la forza trainante del festival internazionale delle canzoni – finanzia 9,6 milioni. L’NPO il servizio pubblico olandese sta contribuendo con 2,5 milioni di euro, AvroTros 2 milioni.

I restanti 12,4 milioni di euro dipendono dal finanziamento del Ministro. Slob ha annunciato lo scorso novembre  che il reddito della sponsorizzazione Star sarebbe stato di 150 milioni di euro. Se gli annunci pubblicitari generano più del previsto, il denaro verrà trasferito nella General Media Reserve. Questa è una sorta di salvadanaio pubblico con cui è possibile pagare gli eventi, ma è anche un fondo per tempi in cui l’emittente pubblica è meno finanziariamente prospera. Il denaro che ora arriva ad Eurovision non può quindi essere più utilizzato per questo.