Photo credit: 31mag/Mara Noto

Il governo ha deciso di stanziare un bonus di 2.500e una tantum per coprire i costi del lockdown mentre l’esecutivo espande il piano di sostegno Covid. L’intervento sarà considerato parte del terzo pacchetto di sostegno al coronavirus, hanno detto fonti governative all’emittente NOS.

Il terzo pacchetto di aiuti, dovrebbe assorbire anche questo “lockdown-soft” e potrebbe allargare la platea dei beneficiari: il governo olandese vuole che più aziende possano qualificarsi per la misura di sostegno TVL, che copre i costi fissi delle aziende in difficoltà a causa della pandemia.

Espandendo questo regolamento, il governo vuole colmare le lacune del primo e del secondo, consentendo a tutte le aziende con una perdita di entrate di almeno il 30% di qualificarsi per un massimo di 90mila euro per compensare i costi fissi come l’affitto e le utenze, ha affermato l’emittente.

Allo studio anche l’inclusione di aziende che appartengono a settori esclusi dagli aiuti: società di eventi e altre che svolgono lavori stagionali.

Il terzo pacchetto, sarà di 11 miliardi di euro ed entrerà in vigore dal 1 ° ottobre, coesistendo con i due precedenti. Intenzione del governo è di ridurlo gradualmente e farne cessare l’efficacia il I luglio 2021.