Enno Lenze, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

21 famiglie con 55 bambini accolte in Olanda dalla Grecia ma solo due minori non accompagnati da Moria, il campo profughi distrutto in autunno da un incendio, spiega NU. Il governo, infatti, aveva innalzato un muro contro la possibilità di accogliere i minori non accompagnati ma dopo proteste ha accettato di far arrivare 100 rifugiati ma sottraendoli dalla quota già concordata con l’ONU.

La sottosegretaria di Stato Broekers-Knol spiega: “Il benessere dei più vulnerabili è stato fondamentale in questo trasferimento. Abbiamo lavorato duramente per accogliere 100 rifugiati nei Paesi Bassi”. Solo due, quindi, i minori da Moria perché il governo olandese ha imposto paletti tanto rigidi che ben pochi giovani rispettavano lo standard richiesto.

Il governo, infatti, non voleva nessuno da paesi considerati “sicuri”. I migranti sono già stati testati negativi al Covid e una volta in Olanda verranno accolti dal COA, l’amministrazione per i richiedenti asilo.