Ora anche i medici di famiglia olandesi sono nella lista di priorità, dice NOS: l’accordo tra il Ministero della Salute e  Landelijke Huisartsen Vereniging  LHV, l’associazione di categoria dei medici di base è stato quindi concluso: “Oggi abbiamo stretto un chiaro accordo con il Ministero della Salute: tutti coloro che svolgono un ruolo nelle cure d’emergenza fanno parte della catena delle cure acute e saranno vaccinati il ​​prima possibile”, afferma Ella Kalsbeek, presidente di LHV.

Il ministero afferma che i medici di base avevano già un’alta priorità nell’ordine di vaccinazione, ma non saranno aggiunti al primo gruppo per il vaccino Pfizer ma al primo per quello Moderna.

La misura riguarderà i dottori di famiglia ma non i ginecologi e i medici che non hanno contatti con i pazienti Covid. L’associazione dei medici di base ha dichiarato di avere avuto “consultazioni intense” con il Ministero della Salute.

Tuttavia, il vaccino Moderna non è stato ancora approvato nell’UE: una decisione potrebbe già essere presa questa settimana, dice il ministero, dopodiché la vaccinazione dei medici di base potrebbe probabilmente iniziare alla fine di gennaio.

Negli ultimi giorni si è discusso su chi dovrebbe essere vaccinato per primo nei Paesi Bassi. Inizialmente, era stato deciso che gli anziani e gli assistenti nelle case di cura, i pazienti vulnerabili e gli operatori dell’assistenza ai disabili ma ieri il ministro De Jonge ha deciso di dare priorità al personale sanitario di terapia intensiva e tutti coloro a più stretto contatto con malati Covid.