BE

BE

Il governo in Belgio apre la strada alla riforma dello Stato: via libera alla modifica dell’articolo 195 della Costituzione

Dr Les (Leszek – Leslie) Sachs from Brussels, Belgium, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Il governo federale in Belgio ha raggiunto un accordo su quali articoli della Costituzione possano essere modificati dal prossimo parlamento. L’articolo 195 è uno di questi, aprendo così la possibilità di una riforma dello Stato dopo le elezioni. Tuttavia, il percorso verso tale obiettivo è ancora lungo.

La discussione all’interno del governo nella scorsa settimana si è concentrata soprattutto sul famoso articolo 195: dichiarando questo articolo suscettibile di revisione, si apre di fatto la possibilità di rivedere l’intera Costituzione in un colpo solo con una sorta di “trucco” che il governo adotta per evitare di dover indicare articoli specifici e lasciare la decisione al suo successore.

L’apertura dell’articolo 195 lascia la porta socchiusa per una riforma dello Stato: il governo precedente – sotto la guida di Charles Michel – non lo ha fatto, dice VRT, rendendo così una riforma dello Stato non attuabile in questa legislatura.

Il Ministro delle Riforme Istituzionali e dell’Innovazione Democratica Annelies Verlinden (CD&V) afferma: “Manteniamo la parola. Come previsto nell’accordo di governo, questo governo ha garantito che l’articolo 195 della Costituzione possa essere dichiarato suscettibile di revisione. Con una revisione dell’articolo 195 si potrà lavorare su una nuova struttura statale dopo le elezioni.”

La sesta riforma dello Stato del 2011 potrebbe quindi avere un seguito dopo le elezioni? È ancora presto per dirlo. Anche la Camera e il Senato devono decidere quali articoli della Costituzione dichiarare suscettibili di revisione. Solo gli articoli che compaiono nelle 3 liste possono essere rivisti; l’elenco definitivo sarà probabilmente pronto entro il 23 maggio.

Se l’articolo 195 è incluso in quest’ultimo elenco, una riforma dello Stato è certamente possibile. Tuttavia, il prossimo governo dovrà ancora raggiungere un accordo su questa complessa riforma. Il nuovo parlamento dovrà poi approvare l’emendamento costituzionale con una doppia maggioranza qualificata: almeno due terzi dei membri devono essere presenti e due terzi dei voti espressi dovranno essere favorevoli.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli