Il ministro degli esteri Hoekstra vuole rivedere l’accordo di coalizione perchè servono più soldi per la difesa ma la vice premier Kaag non vuole cambiare gli accordi, dice NOS.

Sta diventando sempre più chiaro che la guerra in Ucraina ha importanti conseguenze anche per la politica olandese: la richiesta di più soldi per la difesa è pressante e anche il previsto afflusso di rifugiati costerà molto. La domanda è cosa significhi per gli accordi di coalizione, raggiunti dopo una lunghissima tratativa.

Il ministro degli Esteri Hoekstra, anche vice primo ministro e leader del CDA, questa mattina ha detto di essere pronto ad aprire una crisi di governo se alla difesa non dovesse essere data maggiore priorità e denaro extra. “La geopolitica non aderisce all’accordo della coalizione olandese”.  Ma la vicepremier non vuole sacrificare il budget per la politica climatica, i 35 miliardi di euro che dovevano essere accantonati.

Tuttavia, il Parlamento si è già pronunciato: ok a soldi extra per le forze armate, ma senza che ciò vada a scapito di altri investimenti.