NL

NL

Il governo aiuta le multinazionali ma alle le start-up dà 258e

Il governo olandese salverà le società che sono troppo grandi o importanti per fallire, come nel caso della compagnia aerea KLM, ha detto il ministro degli affari economici Erik Wiebes. Gli aiuti alle start-up? Ancora troppo pochi

“Questo aiuto impedirà il fallimento di compagnie che sono di importanza strategica per la nostra economia e la nostra società, con la conseguente perdita di posti di lavoro e competenze”, ha affermato Wiebes. ‘Tuttavia, verrà fatto solo se tutti i soggetti coinvolti faranno la loro parte.’

Il governo ha già introdotto diversi schemi per aiutare a raccogliere il costo degli stipendi ed è disposto a fungere da garante per eventuali prestiti. Nel caso di KLM, il ministero delle finanze ha dichiarato che predisporrà tra i 2 e 4 miliardi di euro per proteggere la compagnia aerea.

Altre aziende, che sono fondamentali in termini di forza lavoro altamente qualificata, o che hanno un ruolo economico unico o cruciale, potrebbero ottenere un aiuto extra – purché siano finanziariamente solide e non siano disponibili altre opzioni.

Anche gli azionisti, ha detto Wiebes, devono essere pronti a fornire un contributo. Nel frattempo, l’associazione olandese di start-up DSA ha scritto al governo dicendo che non sta facendo abbastanza per sostenere il settore, che è cruciale perchè “economia del futuro”.

Finora sono stati stanziati 200 milioni per sostenere le start-up: 100 milioni attraverso il ministero degli affari economici e altri 100 milioni attraverso il fondo di investimento del governo, Invest-NL . La DSA vuole che il governo fornisca 1,6 miliardi di euro per impedire il crollo dell’ecosistena delle start-up e stimolare gli investimenti

“Sembra esserci una disparità legale tra aziende e professionisti nella vecchia e nella nuova economia poiché le startup non sono ancora ammissibili per molte delle misure attuali “, ha affermato l’associazione, aggiungendo che i due terzi delle imprese sono in grandi difficoltà.

Il denaro stanziato finora, basato su una stima di 7000 start-up, ammonterebbe a 285e per azienda, sottolinea la DSA. Troppo poco, Il governo ha stanziato 10 miliardi di euro per finanziare i primi tre mesi del programma sussidi Now, che aiuta a pagare i salari.

Finora, sono stati stanziati circa 7 miliardi di euro, secondo quanto riferito da Financieele Dagblad venerdì; 104.000 richieste sono state approvate e circa una su cinque opera nel settore dell’horeca, ha affermato FD. Caffè, ristoranti e bar hanno ricevuto l’ordine di chiudere il ​​15 marzo senza preavviso.

Un numero analogo di richieste proviene da rivenditori e 17.500 da società di servizi commerciali – buste paga, consulenza, marketing e società di servizi finanziari, ha affermato FD. Circa 1.400 agenzie di personale hanno chiesto aiuto per pagare i lavoratori. Inoltre, 343.000 liberi professionisti e lavoratori autonomi hanno chiesto aiuto attraverso la piattaforma Tozo, perchè rimasti disoccupati.

Secondo l’associazione bancaria olandese NVB, le banche hanno già aiutato 111.000 aziende e 24.000 consumatori a ritardare i rimborsi di prestiti e mutui e ad estendere nuove linee di credito. In totale, il pacchetto bancario ammonta finora a 7 miliardi di finanziamenti, ha affermato la NVB. “Le banche stanno facendo del loro meglio per aiutare le aziende già solide prima della crisi del coronavirus a superare questo momento”, ha affermato il presidente della NVB Chris Buijink.

“Lo stiamo facendo insieme al governo, e chi di dovere. Le banche fanno molto, ma sfortunatamente non possono aiutare tutti.” Questa crisi lascerà cicatrici. ” Nel frattempo il gabinetto ha stanziato 110 milioni di euro per aiutare le società sportive che sono in difficoltà finanziarie a causa della crisi del coronavirus.o.

SHARE

Altri articoli