AMSTERDAM

AMSTERDAM

Il gioco delle sedie: nuovo monumento commemorativo ai caduti ad Amstelpark

Alla fine della seconda guerra mondiale, 140 uomini furono fucilati dagli occupanti tedeschi a Rozenoord, nel distretto di Amsterdam Sud, per poi essere sepolti tra le dune di Bloemendaal. Molti di questi erano combattenti della resistenza.

Rozenoord era in origine un roseto e il suo nome fu preso negli anni ’30 da una casa da tè sull’Amsteldijk, una diga di Amsterdam. Tra il 18 gennaio e il 14 aprile 1945, le forze di occupazione tedesche spararono ai civili olandesi a Fusilladeplaats Rozenoord. Nessuno è mai stato processato per questi crimini.

La storia dell’eccidio è particolarmente dolorosa dal momento che gli uomini sono stati colpiti a ridosso della liberazione. Ma grazie all’iniziativa dei residenti locali, un monumento commemorativo dedicato ai caduti di Rozenoord ha ora visto la luce del giorno.

L’opera si trova ad Amstelpark, un parco lungo le sponde dell’Amstel. L’artista Ram Katzir ha progettato il nuovo monumento per dare un degno luogo commemorativo a tutte le vittime. E, invece di creare un unico monumento per tutti i caduti, Katzir ha creato un monumento per ciascuna delle 140 persone morte. Oggi soltanto di 106 conosciamo nome e cognome.

Un centinaio di sedie sono quindi distribuite nel parco, come se fossero appena state usate e lasciate là. Ciascuna è ancorata con cemento al terreno e dispone di una targhetta con uno dei nomi dei caduti. Nonostante a primo impatto sembrino disposte in modo casuale, in realtà le posizioni delle sedie sono state studiate a lungo. Infatti, sono state posizionate in base alle informazioni sul modo in cui le vittime sono state uccise.

Lo spazio tra le sedie invita i visitatori a camminare tra queste e a scoprire chi fossero le vittime. Ci si può anche sedere su di esse. E facendolo, si viene circondati dai monumenti per le altre vittime. In tal modo, si diventa partecipanti attivi del monumento commemorativo. 

Pic Credit: Arthena Pic Source: Wikimedia License: CC BY-SA 3.0, CC BY-SA 2.5, CC BY-SA 2.0, CC BY-SA 1.0

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli