Hansmuller, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Oltre la metà dei comuni dei Paesi Bassi ha attualmente un divieto di vendita e utilizzo del protossido di azoto, il gas esilarante, ma i corrieri dicono a NOS di non essersene quasi accorti. Non solo: la gente ora ordina bombole, grazie alle quali carica fino a 250 palloncini, dice NOS.

A Utrecht, Rotterdam, Groningen e Leeuwarden, tra gli altri, è vietato utilizzare e/o vendere gas esilarante in determinati luoghi eppure i corrieri  in quei quattro posti ricevono ancora molti ordini dai clienti. 

In un questionario distribuito tramite la pagina Instagram di NOS Stories, la maggioranza degli utenti di gas esilarante in un’area vietata afferma che il loro uso è rimasto lo stesso.

Il governo uscente sta attualmente lavorando a un divieto nazionale: il gas esilarante sarà probabilmente inserito nell’elenco II dell’Opium Act nel 2022, insieme ad altre droghe leggere. Ciò significa che il possesso e la vendita può comportare una multa.

L’intenzione era che il divieto nazionale entrasse in vigore prima, ma a causa della mancanza di fondi per l’applicazione, il governo sta posticipando.  Secondo esperti, tuttavia, la necessità di vietarlo sarebbe impellente: ci sarebbe un aumento consistente di giovani che subisceo danni permanenti usano dozzine di palloncini di gas esilarante al giorno.