Secondo il garante olandese per la privacy, i piani di marketing della banca ING lo scorso mese hanno violato la normativa nazionale. Secondo il garante ha annunciato le banche non dovrebbero offrire prodotti ai propri clienti sulla base dei loro schemi di spesa confidenziali.

Katja Mur afferma: ‘i dettagli di pagamento danno un’immagine ben delineata della vita di una persona: dove spendi i soldi, le associazioni a cui appartieni, chi frequenti. E’ per questo che Autoriteit Persoonsgegevens (AP) pensa sia importante ricordare le norme sulla privacy al settore bancario.’

Senza nominare ING direttamente, AP ha aggiunto che ‘una banca’ ha cambiato di recente le sue norme sulla privacy, dichiarando di voler usare i dettagli di pagamento per scopi di marketing.

ING ha dichiarato di essere a conoscenza della lettera di AP e ha cercato di ridimensionare le indiscrezioni.