di Massimiliano Sfregola

Photo: screenshot Wopke Hoekstra on Twitter

 

Il fotografo del ministro Wopke Hoekstra, leader del partito cristiano-democratico CDA e capolista alle prossime elezioni, sta inviando richieste di risarcimento danni per violazione del copyright a chi ha pubblicato lo scatto che immortala Hoekstra mentre, in violazione delle regole Covid, va a pattinare in uno stadio chiuso al pubblico, insieme al professionista Sven Kramer.

La vicenda è diventata di pubblico dominio, lo scatto ha fatto il giro del web, e oltre ad indignazione sui social ha provocato anche le reazioni di colleghi di coalizione del ministro, che si sono interrogati sull’opportunità del gesto: è lecito violare le regole Covid (i centri sportivi, infatti, sono chiusi al pubblico) per un’apparizione per la propria campagna elettorale?

La foto del Tweet sopra è diventata essa stessa la notizia:

Anche noi ed altri media l’abbiamo utilizzata, presa direttamente dall’account Twitter del ministro, perché diventata oggetto della notizia e focus della storia del giorno: anche la rigida legge del copyright olandese, che lascia poco margine a chi vuole utilizzare foto senza aver ottenuto la licenza del fotografo-autore, fa un’eccezione per il diritto di citazione.

screenshot Leonard Walpot website

Eppure, il fotografo della campagna elettorale del ministro, non sembra essere dello stesso avviso: Leonard Walpot, fotografo specializzato in matrimoni, assoldato dal partito CDA per il servizio fotografico presso lo stadio di pattinaggio chiuso, ha fatto arrivare lettere con richieste di risarcimento danni a diversi media che hanno pubblicato lo scatto, incluso 31mag.

In uno scambio di mail, il fotografo sostiene che il caricare la foto stessa è già una violazione del copyright e il diritto di citazione dovrebbe essere limitato a condividere il Tweet.

In realtà, la sua foto -per la quale lamenta una perdita di valore a causa della ricondivisione- è già un “corpo del reato” politico: il dibattito pubblico è montato (suo malgrado) grazie a quello scatto e nel nostro caso, l’articolo era focalizzato sulla foto stessa

Pubblica una foto mentre pattina indoor (vietato) bufera sul ministro delle finanze

Sotto la foto, noi avevamo comunque citato la fonte per il commento, e cioè l’account Twitter del ministro, ossia il committente dello scatto, che non sembra essersi preoccupato più di tanto dei diritti d’autore del fotografo che ha ingaggiato: nel Tweet non c’è riferimento, infatti, al fotografo di Utrecht.

Sorge poi un altro quesito, di tipo politico: è opportuno che un fotografo ingaggiato da un partito politico che sta correndo per le elezioni, chieda risarcimenti danni a media che criticano il politico stesso per l’atto immortalato nella foto?

Nella mail inviata a noi, Walport sostiene di aver chiesto 800e di risarcimento a Hart van Nederland e 1500e al portale di NOS. Abbiamo contattato l’ufficio stampa del partito cristiano democratico per un commento.

screenshot NOS