L’ufficio delle entrate belga reclama 380 milioni di euro dalla società madre di Delhaize, Albert Heijn e Bol.com. L’agenzia delle entrate stima che il gruppo olandese Ahold Delhaize abbia incorporato i negozi americani di Delhaize senza pagare le tasse.

L’importo totale richiesto è quattro volte superiore al fatturato di Delhaize dello scorso anno e al fatturato totale dei negozi Albert Heijn in Belgio nel 2019. Le vendite del gruppo Ahold Delhaize, presente in Europa, America e Asia, si avvicinano ai 75 miliardi di euro.

La controversia riguarda la maniera in cui Ahold Delhaize avrebbe acquistato, nel 2018, i negozi americani della sua filiale belga Delhaize, che era stata precedentemente rilevata dal gruppo olandese nel 2016. Secondo l’amministrazione belga, che ha preferito non commentre, i negozi americani di Delhaize valevano più dell’importo pagato dagli olandesi.

A gennaio, Ahold Delhaize ha risposto al fisco che non cederà alle richieste. Nel suo report annuale, la società sottolinea che difenderà la sua posizione a tutti i costi, precisando di avere diverse diverse strade legali a disposizione.