The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BOOKS

“Il disagio della sera” di Marieke Lucas Rijneveld vince l’International Booker Prize

CoverPic | Author Oskardebot | Source: Wikimedia | License: CC 4.0

Quest’anno l’autrice esordiente Marieke Lucas Rijneveld è stata la prima olandese a vincere l’International Booker Prize insieme alla traduttrice Michele Hutchison. Grazie alla vittoria, l’opera premiata con il prestigioso riconoscimento viene tradotta in inglese.

La ventinovenne autrice olandese Marieke Lucas Rijneveld è diventata la più giovane autrice in assoluto a vincere il premio International Booker.

I Booker Prizes premiano i migliori testi di narrativa, mettendo in evidenza grandi libri e lanciando di fatto la carriera degli autori. Il rapporto simmetrico tra il Booker Prize for Fiction e l’International Booker Prize assicura che essi assicurino la giusta importanza per la migliore narrativa e la scrittura su base globale.

“Il disagio della sera” (De avond is ongemak), il romanzo d’esordio di Marieke Lucas Rijneveld e best-seller nei Paesi Bassi, ha scosso la critica britannica e quella del New York Times. Ted Hodgkinson, presidente della giuria, ha affermato che “Il disagio della sera” è “una tenera e viscerale evocazione di un’infanzia in bilico tra vergogna e salvezza“.

Jas, la protagonista, vive con la sua devota famiglia di contadini nei Paesi Bassi rurali. Un giorno d’inverno, suo fratello maggiore parte per una gita sul ghiaccio. Risentita per essere stata lasciata sola, Jan lancia un appello perverso a Dio: il fratello non torna più. Mentre il dolore travolge la fattoria, Jas soccombe a un vortice di fantasie sempre più inquietanti, guardando la sua famiglia disintegrarsi in un’oscurità che minaccia di far deragliare tutti.

Il romanzo d’esordio di Marieke Lucas Rijneveld mette tutto a nudo. È un linguaggio diverso da tutti gli altri romanzi, che la sorprendente traduzione di Michele Hutchison cattura in tutta la sua selvaggia e violenta bellezza.