Ad Amsterdam girano troppi soldi, proventi di attività criminali, e guadagnare denaro sporco è molto facile, dice il difensore civico di Amsterdam Arre Zuurmond.

Il volume di denaro illegale e il crimine che ne deriva hanno raggiunto nella capitale un punto critico. “È troppo facile guadagnare soldi sporchi e il governo è intollerabilmente assente, rendendo la carriera criminale troppo attraente per i giovani“, ha detto Zuurmond, riferisce Het Parool.

A Leidseplein attività nella ristorazione avviatr grazie a prestiti privati (quindi con poche chance di verificare l’origine del denaro) egang che controllano le aree della movida del centro, il quadro disegnato dall’ombudsman non sembrerebbe essere roseo.

Nel descrivere la situazione, Zeturmoond ha preso come esempio quello di un’anziana donna che di recente si è rivolta a lui: per pagare debiti che ha contratto, ha considerato di accettare un’offerta che aveva ricevuto e cioè di trasformare una stanza della sua casa in una piantagione di cannabis.

E la lista è lunga: case popolari affittate ai turisti, abusi del welfare, frodi fallimentari, indirizzi fittizi; le opportunità per fare soldi illegalmente sono molte e il governo latita, dice l’ombudsman. La soluzione? Certamente non dispiegare più forze di polizia ma fare in modo di colpire le cause che portano a delinquere.