Author pic: Sebastiaan ter Burg  Source: Flickr License: CC 2.0 Some rights reserved

Pieter Omtzigt, il deputato del partito cristiano-democratico che ha fatto scoppiare lo scandalo dei sussidi è diventato un vero e proprio eroe nazionale. La sua determinazione e la sua moralità lo hanno fatto diventare talmente popolare che la vicenda del memorandum che sta infiammando il dibattito politico olandese ha fatto, letteralmente, lievitare le sue azioni.

Oggi, secondo un sondaggio di Peil.nl, la società di Maurice de Hond, una “Lista Omtzigt” prenderebbe 23 seggi e diventerebbe il secondo partito del paese. Un risultato incredibile. “Alla luce degli sviluppi intorno a Pieter Omtzigt, abbiamo presentato agli intervistati la situazione ipotetica qualora Omtzigt avesse partecipato alle elezioni con il suo partito. Questo è ovviamente ipotetico perché se ciò fosse realmente accaduto ci sarebbe stata una campagna diversa da quella attuale . Lo scopo principale della domanda è determinare la dimensione del seguito di Pieter Omtzigt. Questo non si nota solo dai suoi voti di preferenza al CDA, ma anche dagli elettori che possono essere attratti dagli altri partiti”, si legge su Peil.nl

Secondo De Hond, il boom del deputato CDA mostra quanto sia volatile l’attuale scenario politico perché toglierebbe seggi a tutti.