pic: politie.nl

La polizia ha istituito il “consiglio dei giovani”, lo jongerenraad, un organo consultivo che dovrebbe offrire, spera la politie, uno sguardo sulle problematiche del mondo giovanile. Argomento della prima seduta del consiglio, costituito a gennaio, è stata la discriminazione.

Ma l’organizzazione che lotta contro la profilazione etnica, Control Alt Delete, ha sollevato la questione della rappresentatività: dalle foto pubblicate dalla polizia stessa sembra che il consiglio sia composto, in larga parte, da giovani bianchi olandesi. 

Il problema della profilazione etnica, insomma, non tocca gran parte dei giovani che siedono nel consiglio, lamenta l’organizzazione.

 

La politie, tuttavia, non ha preso bene le accuse: 2 giovani su 16, ha scritto in un comunicato stampa la politie, sono di minoranza etnica.

Per  Control Alt Delete, pero’, non basta: anche se l’assemblea ha suggerito agli agenti di interagire di più con i giovani in strada, l’organizzazione lamenta proprio questo: “molti adolescenti di minoranza etnica lamentano proprio questo approccio”. Secondo loro, infatti, la polizia non cercherebbe un contatto ma utilizzerebbe, anzi, l’interazione amichevole contro i giovani di minoranze etniche.

La polizia ha scelto i 16 da una lista di 500 ragazzi che avevano presentato domanda.