Il consiglio comunale di Amsterdam sta per rimuovere le lezioni di religione dall’elenco dei servizi extra che finanzierà per i bambini più poveri della città, ha annunciato Arjan Vliegenhar, assessore del partito socialista SP.

L’anno scorso il quotidiano Parool riportava che il Consiglio aveva speso 312.000 euro per le lezioni di religione come parte del fondo di 11 milioni di euro destinato per aiutare i bambini provenienti da famiglie povere ad inserirsi nella società.

Il fondo è usato per pagare lezioni di danza, musica e aiuto extra con i compiti a casa e lo scorso anno, 2.500 famiglie hanno presentato richieste per classi di religione. Come dimostra il quotidiano, la maggior parte del denaro è servito per le lezioni di Corano.

I consiglieri comunali hanno immediatamente votato per sospendere i pagamenti e da allora i funzionari hanno esaminato le richieste. Vliegenhart ha deciso che sebbene non ci siano state irregolarità e la città “non finanzia jihadisti”, le lezioni di religione saranno escluse dall’elenco dei benefici.