Schaerbeek è il secondo comune più grande della regione e accoglie ogni giorno 100.000 pendolari dalle autostrade provenienti da Liegi e Anversa. Circa la metà dei 131.000 residenti di Schaerbeek non possiede un’auto. Il 45% degli automobilisti che vi transitano sono solo di passaggio, riferisce The Bulletin.

“Il risultato del traffico di transito è che la qualità della vita dei quartieri di Schaerbeek ne risente”, ha detto il sindaco Cécile Jodogne alla presentazione dei piani di rassetto la settimana scorsa. “Di conseguenza, la gente fugge dalla città, e poi ritorna come pendolare in auto per contribuire essi stessi al disturbo”.

Per tener conto delle caratteristiche specifiche dei quartieri e per poter pianificare meglio attraverso la consultazione con i quartieri stessi, il comune ha deciso di dividere questa grande area in tre quartieri: Azalées, Royale Sainte-Marie e Cage aux Ours.

Nel quartiere Azalées, una parte della riqualificazione è terminata. L’Avenue des Azalées e le strade adiacenti sono a senso unico da circa un anno, creando una rotatoria e impedendo al traffico di transito di entrare nel quartiere dall’autostrada via Meiser. In una seconda fase, a partire dal maggio 2022, l’Avenue Ernest Cambier diventerà a senso unico da Meiser verso Chazal. Ci sarà anche una nuova pista ciclabile in ogni direzione.

Una rotatoria sarà creata anche nel quartiere Royal Sainte-Marie dall’autunno del 2022. La Chaussée de Haecht sarà a senso unico da Place de la Reine a Rue Rubens. Anche la parallela Rue Royale Sainte-Marie sarà a senso unico da Rue Rubens a Place de la Reine, verso il centro, e avrà una pista ciclabile su entrambi i lati della strada. Avenue Rogier manterrà il traffico in entrambe le direzioni, con una riprogettazione delle fermate del tram Coteaux e della strada lì. Si spera che l’area intorno alla chiesa Royale Sainte Marie, ora un incrocio molto trafficato, diventi di conseguenza una piazza piacevole.

Infine, nel quartiere di Cage aux Ours, il traffico di transito tra Van Praet e la Gare du Nord sarà deviato lontano dai quartieri residenziali. “In questo quartiere, diverse piazze saranno rese più piacevoli, con la soluzione di permettere al traffico automobilistico di girare intorno ai quartieri”, ha detto Adelheid Byttebier, assessore alla mobilità.

Dall’autunno del 2022, Place Stephenson sarà resa uno spazio verde, e Rue Stephenson su entrambi i lati della piazza sarà a senso unico in direzione della piazza. Dei filtri per il traffico saranno installati intorno a tutte le piazze del quartiere. L’Avenue Maréchal Foch e l’Avenue Princesse Elisabeth diventeranno a senso unico di circolazione verso Place Eugène Verboekhoven (la Cage aux Ours). La rue Vanderlinden rimarrà accessibile solo ai residenti della strada.

In strade come questa, le telecamere saranno usate per controllare le targhe e i conducenti che entreranno nella zona senza permesso saranno soggetti a multe.

“Entro la fine del 2023, il piano Good Move a Schaerbeek sarà una realtà”, dice l’assessore ai lavori pubblici Vincent Vanhalewyn. “Sarà il frutto di una collaborazione tra esperti e parti interessate. Ci saranno lamentele legittime? Sono sicuro, ma certamente le ascolteremo. Se è davvero necessario, possiamo anche aggiustare le cose. Potrebbe non essere subito perfetto”.

“La nuova situazione dovrebbe garantire un migliore equilibrio tra le modalità di trasporto e una migliore distribuzione dello spazio pubblico”, dice il sindaco Jodogne. “Ci saranno conseguenze per le modalità di movimento di tutti. In questo modo, gli abitanti di Schaerbeek contribuiscono insieme alla creazione di un comune piacevole per tutti, la Schaerbeek di domani. Il piano attuale è sostenuto da tutto il collegio. Chiunque pensi a Schaerbeek oggi associa il comune al Parc Josaphat”, ha aggiunto Adelheid Byttebier. “Vogliamo che la gente in futuro associ il comune alla qualità della vita, anche al di fuori del parco”.

A febbraio, seguiranno delle presentazioni online per i residenti dei tre sottodistretti, in cui la situazione locale sarà spiegata in dettaglio e i residenti potranno presentare le loro opinioni. Tutti i residenti del comune riceveranno presto per posta un opuscolo che spiega il piano.

Coverpic@Lumixbx, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons