Il comune dell’Aia non riesce a trovare un nuovo fornitore di gas che possa rimpiazzare la società russa Gazprom e per questa ragione, chiede al governo un’ esenzione dall’embargo contro il gas russo che diventerà operativo in tutta Europa entro il 10 ottobre.

Secondo NOS, municipalità dell’Aia, cercherà di negoziare con potenziali fornitori di gas una soluzione al problema ma l’accordo comporterà costi molto più elevati, avverte il comune.

Allo scoppio della guerra in Ucraina, erano circa 100 le amministrazioni olandesi che avevano contratti di fornitura con la società russa.