The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

IL CASO Spring Fever: la sessualità raccontata nelle scuole a bambini e ragazzi

Nella palestra piena di bambini e genitori della scuola elementare St. Jan De Doper di Utrecht, un padre alza la mano e afferma che a casa loro, a cena, si parla tranquillamente di sesso con i bambini. Siamo alla sessione inaugurale di Spring Feversettimana appena conclusasi dedicata all’educazione sessuale per i bambini tra i 4 e i 12 anni, che coinvolge molte scuole elementari d’Olanda.

Ma più che di educazione sessuale i promotori parlano di educazione alla sessualità, ispirandosi ai principi promossi dal Fondo per la Popolazione delle Nazioni Unite, secondo cui una sessualità responsabile è fondamentale per lo sviluppo dei giovani e l’emancipazione femminile.

Durante Spring Fever, con bambini di 4-6 anni si è discusso di corpi e identità sessuali. E durante le lezioni si è parlato di nudità e dei contesti nei quali è ammessa, con attività pratiche nelle quali i bambini hanno svestito bambolotti virtuali preparandoli al bagno e imparando a riconoscerne le parti del corpo.

Assieme ai ragazzi più grandi si sono invece affrontati altri temi, legati in maniera maggiore alle sfere del sesso e dell’emotività. Gli undicenni, ad esempio, hanno imparato a maneggiare un preservativo nello stesso momento in cui si discuteva di sensazioni legate all’intimità, le famose “farfalle nello stomaco”. E i temi spaziavano fino ai comportamenti sconsigliabili in tema di relazioni amorose: come rompere una relazione tramite Whatsapp.

Per i promotori della Spring Fever, insegnare la sessualità collegando sempre sesso e sentimenti conduce a risultati migliori in termini di salute sessuale. E secondo un studio congiunto di SOAIDS e Rutger, in Olanda 9 adolescenti su 10 hanno usato il preservativo nel corso del primo rapporto, la pillola risulta essere un anticoncezionale molto diffuso tra i teenagers, mentre le gravidanze adolescenziali e la trasmissione di malattie sessuali hanno incidenza più bassa rispetto ad altre regioni europee.

Dopo i bambini più felici al mondo e la più alta qualità del cibo, anche il rapporto dei giovani olandesi con il sesso sembra così essere tra i migliori del mondo. Sarà davvero così?

Martina V.

Cover Pic: Pixabay