Le autorità olandesi non hanno risparmiato, domenica 24 agosto, tre bambine che vendevano limonata e biscotti su un banchetto in Javakade, ad Amsterdam.

Secondo quanto dichiarato ad  AT5 da uno dei vicini, due vigili urbani, sui 40 e i 45 anni, avrebbero infatti parlato di “horecavergunnning“, cioè la licenza necessaria agli operatori del settore alberghiero e della ristorazione. “Ma di che diavolo stiamo parlando? Chiedere una licenza a un paio di ragazze che volevano vendere acqua e limone?“, ride il testimone rilasciando l’intervista al giornale olandese.

No all’intraprendenza, insomma. Bambina avvisata, mezza salvata.